Come riparare gli elettrodomestici

Data di pubblicazione: 04/11/2021

Tag: ElettrodomesticiSostenibilitàNatura

Come riparare gli elettrodomestici

Se c'è una cosa che i nostri nonni  sapevano fare benissimo era riparare.

Riparavano tutto: mobili, abiti, oggetti, macchine da lavoro, scarpe. Riparavano le persone e, molto spesso, anche i rapporti.

Tutto si poteva aggiustare, sempre.

Erano abili anche a costruire, in verità. Da un gomitolo di lana tiravano fuori collezioni intere; dal cemento , case; dalle piume , letti e cuscini; dai semi, cibo  a volontà per tutti.

Per loro tutto aveva, non solo un costo, ma anche un valore.

Ed è da questa filosofia che ho iniziato nella mia azienda. Dalla concreta possibilità di offrire al cliente un'alternativa al modello usa e getta che tanto appartiene, e condiziona la nostra epoca.

Ma, non essendo un tecnico, non vi spiegherò, come riparare un elettrodomestico. Piuttosto, mi limiterò a dare dei suggerimenti utili grazie all'esperienza maturata  in questo settore.

Il primo semplice consiglio, ed anche il piu' banale è :  "AVERE CURA". E' Fondamentale avere cura di un prodotto e fare manutenzione ordinaria. Bisognerebbe, periodicamente, pulire il filtro  e usare prodotti specifici per la pulizia  eliminando il calcare, nel caso di lavatrici e lavastoviglie, o per la rimozione delle incrostazioni per quanto concerne forni e piani cottura. Ma scendendo un pò di piu' nel dettaglio, uno dei ricambi che si rompe con altissima frequenza, sono le maniglie o le manopole, che poi in verità,  non è vero che si "rompono", siamo noi a romperle. Lo so che state sorridendo, perchè è successo a tutti noi, o quasi, ma quei cinque minuti di attesa quando finisce un lavaggio ci sembrano impossibili da accettare e quindi, forziamo l'apertura, e rompiamo la maniglia. Facile vero?

Un altro ricambio che mi strappa sempre molti sorrisi, sono i cestelli delle lavatrici che nell'80% dei casi non si rompono per usura, ma perchè  molti di noi amano fare un carico di lavaggio pieno, ma diciamolo, anche molto pieno. Siamo in grado di infilare piumoni matrimoniali nel cestello, con la stessa determinazione che usiamo quando proviamo a stritolare tutto il nostro armadio, nel bagaglio da dieci chilogrammi della Ryanair.

Questa è la verità! Ma, di certo, non possiamo sottoporre il bucato da lavare, a continue verifiche di peso sperando che dimagrisca improvvisamente. Un mio suggerimento è quello far lavorare anche le lavanderie industriali, per quanto concerne piumoni e coperte molto pesanti, e rispettare il piu' possibile i chilogrammi supportati dalla nostra lavatrice.

Un altro consiglio che vorrei suggerire riguarda la "FREQUENZA".

Non utilizzare gli elettrodomestici per molto tempo, purtroppo, aumenta il rischio che possano manifestare dei guasti, o che questi, possano rompersi. Il mio consiglio, quindi, è quello di utilizzare con una certa periodicità il prodotto. Questo problema non si presenta nelle case in cui viviamo abitualmente ma, in particolare, nelle seconde case o case vacanza.  L'deale sarebbe utilizzare gli elettrodomestici ogni sei o massimo otto mesi.

Un altro accorgimento riguarda la pulizia del forno. Posso dirvi che, moltissimi consumatori rompono le resistenze perchè provano a pulirle con dell'acqua ma io sconsiglio questa abitudine. Suggerisco invece di strofinare un panno asciutto per eliminare eventuali residui.

Ed ora sicuramente vi chiederete come mai, un'azienda che commercializza elettrodomestici  e ricambi per elettrodomestici sembra quasi disincentivi l'acquisto di nuovi prodotti. A questa domanda rispondiamo semplicemente che preferiremmo avere (e quindi lavoriamo per costruire e mantenere ) un mondo sano e felice piuttosto che un mondo orientato al consumismo patologico.

Tutte le volte che non ripariamo e buttiamo un oggetto che può essere "aggiustato", (come mi piace dire) sprechiamo risorse, chiediamo alla natura più di quello che ci ha già offerto e questo non ci rende più felici.

Non sempre il nuovo è più bello, non sempre il nuovo è più efficace, non sempre il nuovo è più utile.

"Molto spesso il nuovo, semplicemente non serve".

 



Pandemia e consumi

Data di pubblicazione: 26/11/2021

Era il 21 Febbraio 2020, quando alla guida della mia auto, in un pomeriggio soleggiato, direzione aeroporto, nel bel mezzo di uno dei miei tanti monologhi che solo la mia Renault  Captur conosce bene, passano alla radio la notizia del primo caso di COVID 19 su un uomo Italiano a Codogno, in...

Come ridurre i consumi degli elettrodomestici

Data di pubblicazione: 28/10/2021

Il tema della sostenibilita' ambientale,  finalmente, sta interessando sempre di piu'  il nostro quotidiano motivandoci  a compiere scelte di acquisto piu' finalizzate con un occhio notevolmente  piu' attento al nostro benessere psicofisico, ma anche ambientale. Diverse sono...

Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.